Home heizer per sito

Tutti hanno potuto sperimentare gli svantaggi della pratica di miscelare acqua calda e fredda in corrispondenza del punto d'uscita agendo su miscelatori manuali o, peggio ancora, su una coppia di rubinetti. I risultati che possono derivare da una tale pratica variano dall'impossibilità di ottenere acqua miscelata a una temperatura decente, alle scottature che si possono subire quando la temperatura di miscela diventa eccessiva.


L'uso di un miscelatore consente di conciliare due esigenze contrastanti, vale a dire quella di rendere disponibile alle utenze acqua calda a una temperatura non superiore a 48 °C come imposto dal DPR 412/83, e quella di mantenere l'accumulo a una temperatura perlomeno pari a 62 °C, in modo da prevenire la proliferazione della legionella pneumophilia.

In utenze tipo alberghi, campeggi, centri sportivi, grandi comunità, ecc..., che rappresentano le maggiori utilizzatrici dei nostri prodotti, l'utilizzo di un miscelatore termostatico è ancora più importante oltre che conveniente. In questi casi la miscelazione centralizzata è sicuramente la più indicata, in quanto le utenze, oltre che numerose, sono molto distanti dallo stesso.

Questo sistema prevede l'utilizzo di un unico miscelatore in prossimità dello scaldacqua. I vantaggi, rispetto alla cosiddetta miscelazione locale (un miscelatore per ogni utenza), sono evidenti minori dispersioni (dovute alla realizzazione di un anello di distribuzione a 40-45 °C anzichè a 60-62 °C con relativi minori oneri di gestione), e minori costi di acquisto, installazione e manutenzione. Infine si consideri che la presenza di un unico miscelatore in prossimità dello scaldacqua permette di evitare il raffreddamento dell'acqua provocato dal ristagno nei tubi, che si avrebbe invece in caso di miscelazione locale e che potrebbe provocare possibili ritardi tra l'apertura di un rubinetto e il momento in cui esso inizia a erogare effettivamente acqua alla temperatura desiderata.

Lo schema qui di seguito riportato dà una indicazione del funzionamento e della realizzazione di un sistema di miscelazione centralizzata.