Home heizer per sito

Gli scaldacqua industriali a gas con potenza superiore a 35 kW e fino a 116 kW sono soggetti alla regola tecnica di cui al DM 12 Aprile 1996, relativo alle norme di prevenzione incendi. Fanno parte di questo gruppo gli apparecchi della serie GP, aventi capacità compresa tra 300 e 2000 litri, e potenza termica compresa tra 49 e 81 kW.

Gli apparecchi a gas con portata termica superiore a 116 kW (ad esempio il modello XP-8, con capacità di 750 litri e potenza di 129 kW) , ai sensi dell'art. 22 del DPR 577/82 e del DM 16 Febbraio 1982, sono considerati pericolosi e sono quindi soggetti alle prescrizioni in materia di sicurezza antincendio emanate dal Ministero dell'Interno. Pertanto la loro installazione deve essere sottoposta all'esame di approvazione del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e, al termine di essa, sarà oggetto di collaudo da parte degli stessi, i quali rilasceranno il "Certificato di Prevenzione Incendi" (C.P.I.). I Vigili del Fuoco provvederanno inoltre alle ispezioni periodiche previste dal Decreto.

Riassumendo, la normativa antincendio vigente individua una fascia di scaldacqua a gas con potenza termica compresa tra 35 e 116 kW (corrispondente quindi a tutta la serie GP) che, pur essendo sottoposti alle prescrizioni previste dal DM 12 Aprile 1996, non sono soggetti all'obbligo del rilascio del C.P.I.. Negli impianti in cui sono presenti tali scaldacqua, la responsabilità della rispondenza alle prescrizioni antincendio è affidata al titolare dell'attività presso la quale è installato lo scaldacqua stesso (Circolare n° 46 MI. SA. (82) 15 del 7 Ottobre 1982 - Rif. art. 14).

Il DM 12 aprile 1996 chiarisce inoltre che, in caso di presenza di più apparecchi a gas nello stesso locale o in locali direttamente comunicanti, la portata termica complessiva è data dalla somma delle portate termiche dei singoli apparecchi, mentre quando più apparecchi sono installati all'esterno, le loro potenze termiche non si sommano (lettera n° P2542/4183 del 10 Dicembre 1996, Sott. 10).